Decorazione arcobaleno sopra la culla

Non deve stupire che le lampade a muro siano tanto di moda: sono versatili, decorative e possiamo acquistarne vari modelli e tipi a prezzi ragionevoli.
Ma c’è un piccolo problema: spesso mancano presa e filo proprio dove pensavamo di installarne una.
E così ci tocca mettere antiestetiche canaline o fare crene nei muri, stuccare e riverniciare o ritappezzare.
L’arcobaleno luminoso non è altro che un allegro pannello decorativo che, in più, funge da portalampada e, all’occorrenza, da nascondifili (occhio, in questo caso, a variare le misure in modo da nascondere con il pannello tutto il percorso del filo!).
La sua realizzazione è semplice, a patto di disporre di un traforo, possibilmente elettrico, di qualche morsetto e di un trapano per le poche forature necessarie.
Leghiamo una matita all’estremità di una cordicella e, usandola a mo’ di compasso, tracciamo su un pannello di multistrato i semicerchi che delimitano i singoli colori dell’arcobaleno.
Seghiamo con il traforo e utilizziamo lo scarto per ricavare una simpatica nuvoletta. Per il sole possiamo scegliere un pezzo di multistrato più spesso.

Le misure sono indicative e servono a suggerire una certa proporzione. Quando tracciamo il cerchio del sole marchiamo con evidenza il centro per poterci poi fissare con facilità il portalampada.

È importante, invece, mantenere lo spessore dei tacchi D e dei listelli distanziatori, altrimenti non resta spazio per il passaggio del filo elettrico. Sempre per poter nascondere il filo, potrebbe risultare utile ingrandire o spostare la nuvola in modo da portarla a coprire un lembo dell’arcobaleno.
Nei due tacchi da applicare dietro il sole foriamo la sede per le asole che servono per appenderlo al muro con viti e tasselli a espansione. Avvitiamo le asole e incolliamo i tacchi al sole. Applichiamo al listello distanziatore due occhielli a vite e lo incolliamo sul retro dell’arcobaleno, in alto al centro.
In basso incolliamo due listellini.
A colla asciutta, carteggiamo con cura tutte le superfici a vista senza dimenticare i bordi.

Dipingiamo l’arcabaleno con colori non tossici ad acqua, servendoci di un nastro maschera per non sbordare.

Dipingiamo il tutto secondo il nostro estro.
Per facilitare la delimitazione dei colori dell’arcobaleno serviamoci di un nastro maschera di carta crespata (quello che si usa, di solito, quando si verniciano i telai di porte e finestre).

Fissiamo il portalampada a muro al sole, colleghiamo i fili, foriamo nel muro la sede dei tasselli a espansione (posizionandoli a un’altezza di sicurezza, ossia fuori dalla portata di un bambino) e appendiamolo al muro con due viti che abbiano una testa tonda adeguata all’asola.
Per appendere l’arcobaleno bastano un chiodo e una cordicella legata a due occhielli a vite.

Per i tasselli a espansione scegliamo viti con testa tonda atta a incastrarsi nelle asole. Regoliamone poi il serraggio in modo che il pannello sole nuvola sia ben saldo.
Articolo precedenteVasca con tramezza separé
Articolo successivoCome aerare il bagno

Ti potrebbe interessare...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli simili

Advertisment

Ultimi articoli

Armadio e cassettoni nel sottoscala

Sottoscala o sottotetto poco importa, per utilizzarne lo spazio non si può che lavorare su misura, organizzando le varie porzioni in maniera...

Come costruire una pressa per essiccare fiori

Questa pressa per essiccare fiori, di grande capacità e poco ingombro, risolve il principale problema di chi vuole crearsi un erbario

Come recuperare un vecchio armadio

Il restauro di un mobile non richiede un’attrezzatura professionistica, né tecniche da falegname esperto; basta procedere con ordine nelle varie operazioni (sverniciatura,...

Vuoi restare aggiornato e ricevere idee per la tua casa?

Lascia il tuo indirizzo e-mail e riceverai gli aggiornamenti del sito!